La Thuile Invernale

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE        N°50(2018)

 09 - 16 dicembre 2018 

 

IIª DOMENICA DI AVVENTO

Bar 5,1-9;Sal 125 Grandi cose ha fatto il Signore per noi. Fil 1,4-6,8-11; Lc 3,1-6.

 

SABATO 08 dicembre

Immacolata Concezione della

B.V. Maria

h. 10:30 – Eucaristia (in Chiesa)

 

h. 18:30 – Eucaristia (in Chiesa)

 

DOMENICA

09 DICEMBRE 2018

 

 

h. 08:30

 

h. 10:30

 

 

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

 

Eucaristia (in Chiesa)

 

LUNEDÌ 10 dicembre

Madonna di Loreto

 

 

MARTEDÌ 11 dicembre

S. Damaso I

h. 17:00

 

Eucaristia (in Cappella San Francesco) con tutti i ragazzi del catechismo e i loro genitori

MERCOLEDÌ 12 dicembre

B.V. Maria  di Guadalupe

h. 08:30

 

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

 

GIOVEDÌ 13 dicembre

S. Lucia

h. 18:30

 

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

 

VENERDÌ 14 dicembre

S. Giovanni della Croce

h. 16:00

 

Eucaristia (in Microcomunità)

- ENRICO CHANOUX

IIIª DOMENICA DI AVVENTO

Sof 3,14-18; Is 12 Canta ed esulta, perché grande in mezzo a te è il Santo d’Israele. Fil 4,4-7; Lc 3,10-18.

 

SABATO 15 dicembre

S. Maria Crocifissa

h. 11:00 – Matrimonio di Amato Valerio e Vignolo Monica

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- CHARLOTTE e FRANCO BERTHOD e parenti defunti

 

DOMENICA

16 DICEMBRE 2018

 

 

h. 08:30

 

h. 10:30

 

 

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

 

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

- LINO GRESSONI

 

AVVISI

1.     Pulizie della Chiesa: THOVEX - BUIC (09 - 16 dicembre 2018)

2.     09 dicembre 2018 – Celebrazione per il 50º anniversario dell’Ordinazione episcopale e dell’ingresso in Diocesi di Mons. Ovidio Lari – ore 15:00 – Cattedrale di Aosta.

3.     09 dicembre 2018 – Giornata del Seminario.

4.     09 dicembre 2018 – Giornata internazionale contro la corruzione.

5.     Confessioni a Morgex giovedì 13 dicembre 2018 dalle ore 09:00 alle ore10:30.

6.     Responsabile dei fiori in Chiesa - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096 9869

 

MERCATINO DI NATALE

Un gruppo di volontarie organizza un mercatino di beneficenza nella sala di fianco alla Chiesa, il ricavato sarà devoluto per le necessità della Parrocchia.

GRAZIE di cuore a chi ha offerto il suo tempo e il suo lavoro e, grazie a chi offrirà le sue risorse per aiutare la realizzazione dei progetti parrocchiali.

 

 

Dal Vangelo secondo Luca 3, 1-6

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto. Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa: «Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni burrone sarà riempito, ogni monte e ogni colle sarà abbassato; le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate. Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

Parola del Signore.

 

La seconda domenica di Avvento presenta la figura di Giovanni Battista come segno della venuta della salvezza di Dio. La storia vive qui il suo culmine: il momento più atteso e più desiderato, il momento dell’annuncio del regno di Dio che comincia: il Messia sta per arrivare.
Nella tradizione dei grandi profeti dell’Antico Testamento, la parola di Dio è rivolta a Giovanni nel deserto. Giovanni - figlio di Zaccaria - diventa così profeta e precursore del Messia.
Malgrado le paure e il terrore che ispira, il deserto è, nella memoria religiosa del popolo di Israele, il luogo di riunione, dove Dio ha parlato al cuore del suo popolo, il luogo dove Dio è stato più che mai il pastore del suo gregge.
Del deserto Giovanni denuncia e ricorda l’identità religiosa più particolare del suo popolo: il Dio d’Israele è fedele al suo legame e mantiene le sue promesse di salvezza.
Convoca di nuovo i suoi nel deserto, per annunciare loro l’arrivo del Messia. Ma Dio si aspetta sempre dall’uomo un minimo di collaborazione ed esigerà da lui un battesimo di conversione, la purificazione dei suoi peccati, e lo sforzo di superare gli ostacoli che gli impediscono di vedere l’alba della salvezza
.(www.lachiesa.it)

 

DIO VI BENEDICA!