La Thuile Invernale

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE N°33(2020)

25 ottobre  - 01 novembre 2020 

XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Es 22,20-26; Sal 17 Ti amo, Signore, mia forza. 1Ts 1,5-10; Mt 22,34-40

SABATO 24 ottobre

S. Antonio M. Claret

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

-      ARMAND ESTERINA e fam. def.

-      MARTINET NIDIA

DOMENICA

25 ottobre 2020

S. Gaudenzio

 

h. 08:30

 

Eucaristia (in Chiesa)

per tutti gli anziani di La Thuile

per i volontari della Chiesa

LUNEDÌ 26 ottobre

S. Alfredo

 

 

MARTEDÌ 27 ottobre

S. Frumenzio

h. 18:30

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

MERCOLEDÌ 28 ottobre

S. Simone e Giuda ap.

 

 

GIOVEDÌ 29 ottobre

S. Ermelinda

 

 

VENERDÌ 30 ottobre

S. Gerardo

h. 08:30

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

SOLENNITA’ DI TUTTI I SANTI

Ap 7,2-4.9-14; Sal 23 Ecco la generazione che cerca il tuo volto, Signore. 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12

SABATO 31 ottobre

S. Quintino

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- ALESSANDRO

 

DOMENICA

01 novembre 2020

 

h. 08:30

 

h. 14:30

 

Eucaristia (in Chiesa)

 

Eucaristia per tutti i fedeli defunti (in Chiesa)

- dopo la Santa Messa ritrovo in cimitero per il Requiem

 

AVVISI

1. Responsabile dei fiori - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096 9869.
2. Pulizia della Chiesa 25 ottobre - 01 novembre 2020 - VILLARET
3. Nella note tra sabato 24 e domenica 25 ottobre torna l’ora solare. Lancette dell’orologio indietro di
un’ora, dalle 3 alle 2.

 

Dal Vangelo secondo Matteo 22,34-40

 

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».

Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

Parola del Signore.

 

I farisei vivevano per meditare la legge, per capirla, per interpretarla. Alcuni sono riusciti a capire Gesù Cristo che ha detto a uno di loro che non era lontano dal regno dei cieli (Mc 12,34). E un altro fariseo, Paolo di Tarso, riuscì ad essere l’apostolo dei gentili. Ma tanti tra di loro, al contrario, rifiutavano il giovane Rabbi di Nazaret, e lo hanno messo a morte sulla croce... Interpretando la legge, i farisei ottenevano una casistica minuziosa che rendeva il giogo della legge insopportabile. Ed è per questo che non potevano capire Gesù che, secondo loro, infrangeva il riposo del sabato guarendo i malati il sabato, e anche dicendo che il Figlio dell’uomo era padrone del sabato e che questo giorno, così importante, era stato fatto per l’uomo, e non il contrario... (Mt 12,8; Mc 2,27). Gesù disfa il repertorio molto complicato dei precetti, e lo riassume nell’amore di Dio e del prossimo sopra tutto. Egli considera che questo è il primo comandamento, da cui tutti gli altri derivano... Di fronte a queste parole non possiamo fare altro che rivedere la nostra condotta, riconoscere i nostri errori e proporci in modo concreto di vivere per amore, di morire per amore.

 

DIO VI BENEDICA!

 

INDULGENZA PLENARIA

 

Da mezzogiorno del 1° a tutto il 2 novembre per una sola volta si può ottenere l’indulgenza plenaria per i defunti se, confessati e comunicati, si visita una chiesa dicendo il Padre Nostro e il Credo pregando secondo l’intenzione del Papa. Inoltre dal1° all’8 novembre per la visita al cimitero, con la preghiera per i defunti, é concessa ogni giorno

(una sola volta)l’indulgenza plenaria.

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE N°32(2020)

18 - 25 ottobre 2020

 

XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 45,1.4-6; Sal 95 Grande è il Signore e degno di ogni lode. 1Ts 1,1-5; Mt 22,15-21.

 

SABATO 17 ottobre

S. Ignazio di Antiochia

h. 10:30 Funerale di MARTINET NIDIA

 

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- BROCCOLATO BRUNO e BROCCOLATO MARILY

DOMENICA

18 ottobre 2020

S. Luca evangelista

 

h. 08:30

 

h. 12:30

 

Eucaristia (in Chiesa)

 

Eucaristia e PRIMA COMUNIONE (in Chiesa)

LUNEDÌ 19 ottobre

S. Paolo della Croce

 

 

MARTEDÌ 20 ottobre

S. Martina Bertilla Boscardin

h. 18:30

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

MERCOLEDÌ 21 ottobre

S. Orsola

 

 

GIOVEDÌ 22 ottobre

S. Giovanni Paolo II

 

 

VENERDÌ 23 ottobre

S. Giovanni da Capestrano

h. 18:30

Eucaristia (in Cappella San Francesco)

XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Es 22,20-26; Sal 17 Ti amo, Signore, mia forza. 1Ts 1,5-10; Mt 22,34-40

SABATO 24 ottobre

S. Antonio M. Claret

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

-      ARMAND ESTERINA e fam. def.

-      MARTINET NIDIA

 

DOMENICA

25 ottobre 2020

S. Gaudenzio

 

h. 08:30

 

Eucaristia (in Chiesa)

- per tutti gli anziani di La Thuile

 

 AVVISI

1. Responsabile dei fiori - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096 9869.
2. Pulizia della Chiesa 18 - 25 ottobre 2020 - GOLETTA - ENTREVES

 

Dal Vangelo secondo Matteo 22,15-21

 

In quel tempo, i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come cogliere in fallo Gesù nei suoi discorsi.

Mandarono dunque da lui i propri discepoli, con gli erodiani, a dirgli: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità. Tu non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno. Dunque, di’ a noi il tuo parere: è lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?».

Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: «Ipocriti, perché volete mettermi alla prova? Mostratemi la moneta del tributo». Ed essi gli presentarono un denaro. Egli domandò loro: «Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?». Gli risposero: «Di Cesare». Allora disse loro: «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio».

Parola del Signore.

 

L’ipocrisia dei farisei e dei sadducei proclama la veridicità di Gesù, che essi cercano di cogliere nella rete di un dilemma sapientemente calcolato: o egli afferma che il tributo ad uno Stato straniero e idolatra è lecito, e perde la stima di coloro che non accettano il dominio romano; oppure dichiara che questo tributo è illecito, e apre la porta al suo processo con l’accusa di istigare la sedizione. “Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare”. Gesù non è il capo di un movimento di rivolta: il suo discepolo deve compiere i suoi obblighi civici. È in questo modo che l’ha capito la prima Chiesa (Rm 13,1-7; 1Pt 2,13-17). Ma ciò che è importante e decisivo, e che non sembra preoccupare i farisei, è il seguito: “E a Dio quello che è di Dio”. Soltanto a Dio si devono l’adorazione e il culto, e né lo Stato né alcun’altra realtà di questo mondo possono pretendere ciò che è dovuto esclusivamente a Dio. Il martirio è l’espressione suprema della resistenza cristiana di fronte al tentativo assolutistico del potere temporale di usurpare il posto di Dio (Ap 20,4).

A Dio ciò che è di Dio! Ma tutto appartiene a Dio, che è il creatore. Ed è per questo che non si può astrarre Dio durante la costruzione della città terrena, “quasi che Dio non meriti alcun interesse nell’ambito del disegno operativo ed associativo dell’uomo” (Reconciliatio et paenitentia , 14). L’uomo può realizzare la pretesa blasfema di costruire un mondo senza Dio, ma “questo mondo finirà per ritorcersi contro l’uomo” (ivi , 18).

 

DIO VI BENEDICA!

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE N°31(2020)

11 - 18 ottobre 2020

 

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 25,6-10; Sal 22 Abiterò per sempre nella casa del Signore. Fil 4,12-14.19-20; Mt 22,1-14

SABATO 10 ottobre

S. Daniele Comboni

h. 18:30 Eucaristia e SANTA CRESIMA (in Chiesa)

DOMENICA

11 ottobre 2020

S. Giovanni XXIII

 

h. 08:30

 

Eucaristia ( in Chiesa) - ALFONSINA e figli

LUNEDÌ 12 ottobre

S. Serafino

 

 

MARTEDÌ 13 ottobre

S. Romolo

h. 18:30

Eucaristia ( in Cappella San Francesco)

MERCOLEDÌ 14 ottobre

S. Callisto

 

 

GIOVEDÌ 15 ottobre

S. Teresa d’Avila

 

 

VENERDÌ 16 ottobre

S. Edvige

h. 18:30

Eucaristia ( in Cappella San Francesco)

- PATAT VALENTINO e VITALI ALDINA

XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 45,1.4-6; Sal 95 Grande è il Signore e degno di ogni lode. 1Ts 1,1-5; Mt 22,15-21.

SABATO 17 ottobre

S. Ignazio di Antiochia

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- BROCCOLATO BRUNO e BROCCOLATO MARILY

 

DOMENICA

18 ottobre 2020

S. Luca evangelista

 

h. 08:30

 

h. 12:00

 

Eucaristia ( in Chiesa)

 

Eucaristia e PRIMA COMUNIONE( in Chiesa)

         

AVVISI

1. Responsabile dei fiori - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096 9869.
2. Pulizia della Chiesa 11 - 18 ottobre 2020 - Le mamme dei ragazzi della Prima Comunione.

 

 

Dal Vangelo secondo Matteo 22,1-14

 

In quel tempo, Gesù, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei] e disse:

«Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire.

Mandò di nuovo altri servi con quest’ordine: Dite agli invitati: “Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!”. Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. Allora il re si indignò: mandò le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e diede alle fiamme la loro città.

Poi disse ai suoi servi: “La festa di nozze è pronta, ma gli invitati non erano degni; andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze”. Usciti per le strade, quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni, e la sala delle nozze si riempì di commensali.

Il re entrò per vedere i commensali e lì scorse un uomo che non indossava l’abito nuziale. Gli disse: “Amico, come mai sei entrato qui senza l’abito nuziale?”. Quello ammutolì. Allora il re ordinò ai servi: “Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti”.

Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti». Parola del Signore.

 

Come riuscirà la Chiesa, Sposa di Cristo, a presentare agli uomini del nostro mondo, della nostra società post-cristiana, l’incredibile invito del Padre alle nozze di suo Figlio? Come far sedere alla tavola di questo “banchetto di grasse vivande, di cibi succulenti, di vini raffinati” un’umanità apparentemente senza appetito?

Questo compito appassionante di tutta la Chiesa - questa nuova evangelizzazione

- deve occupare tutti i figli del nuovo popolo di Dio. Ne va di mezzo la vita e la vita del mondo.

Sembra che annunciare l’invito con un nuovo ardore, con nuovi metodi, con una nuova espressione non sia un mezzo superato. Alcuni tra coloro che trasmettono questo invito alle nozze saranno forse maltrattati, forse uccisi. Ci saranno certamente quelli che rifiutano l’invito. Poco importa. C’è gente agli angoli delle strade. Basta annunciare con convinzione che noi andiamo a un banchetto, che l’invito di Cristo è arrivato fino a noi e che noi conosciamo le portate. Basta sapere che noi possiamo tutto in colui che ci conforta.

L’annunciamo così? Siamo convincenti perché abbiamo già partecipato a questo banchetto? Non c’è niente di più ripugnante di coloro le cui parole ripetono quello che dicono gli altri, senza dare prova di alcuna esperienza.

 

DIO VI BENEDICA!

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE       N°30(2020)

04 - 11 ottobre 2020

 

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 5,1-7; Sal 279 La vigna del Signore è la casa d’Israele. Fil 4,6-9; Mt 21,33-43.

SABATO 03 ottobre

S. Edmondo

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

-       JACQUEMOD GIUSTINO, MALVINA e GIUSTINIANO

-       ADOLFO FERROD e Fam. def.

 

DOMENICA

04 ottobre 2020

S. Francesco d’Assisi

h. 08:30

 

 

 

h. 12:00

Eucaristia ( in Chiesa)

-      per i benefattori della parrocchia

-      SANDRO e MARISA MARZANI

- COLLOMB ROSILDA

Battesimo di MAELYS JORDANEY(in Chiesa)

LUNEDÌ 05 ottobre

S. M. Faustina Kowalska

 

 

MARTEDÌ 06 ottobre

S. Bruno

h. 18:30

Eucaristia ( in Cappella San Francesco)

MERCOLEDÌ 07 ottobre

S. B.V. Maria del Rosario

 

 

GIOVEDÌ 08 ottobre

S. Felice

 

 

VENERDÌ 09 ottobre

S. Dionigi e compagni

h. 08:30

Eucaristia ( in Cappella San Francesco)

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 25,6-10; Sal 22 Abiterò per sempre nella casa del Signore. Fil 4,12-14.19-20; Mt 22,1-14

SABATO 10 ottobre

S. Daniele Comboni

h. 18:30 Eucaristia e SANTA CRESIMA (in Chiesa)

DOMENICA

11 ottobre 2020

S. Giovanni XXIII

 

h. 08:30

 

Eucaristia ( in Chiesa)

- ALFONSINA e figli

 

AVVISI

  1. Responsabile dei fiori - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096
  2. Pulizia della Chiesa 04 - 11 ottobre 2020 - Le mamme dei cresimandi!

Dal Vangelo secondo Matteo 21,33-43

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo:

«Ascoltate un’altra parabola: c’era un uomo, che possedeva un terreno e vi piantò una vigna. La circondò con una siepe, vi scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano.

Quando arrivò il tempo di raccogliere i frutti, mandò i suoi servi dai contadini a ritirare il raccolto. Ma i contadini presero i servi e uno lo bastonarono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono. Mandò di nuovo altri servi, più numerosi dei primi, ma li trattarono allo stesso modo. Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: “Avranno rispetto per mio figlio!”. Ma i contadini, visto il figlio, dissero tra loro: “Costui è l’erede. Su, uccidiamolo e avremo noi la sua eredità!”. Lo presero, lo cacciarono fuori dalla vigna e lo uccisero.

Quando verrà dunque il padrone della vigna, che cosa farà a quei contadini?».

Gli risposero: «Quei malvagi, li farà morire miseramente e darà in affitto la vigna ad altri contadini, che gli consegneranno i frutti a suo tempo». E Gesù disse loro: «Non avete mai letto nelle Scritture:“La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d’angolo;questo è stato fatto dal Signoreed è una meraviglia ai nostri occhi”?Perciò io vi dico: a voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che ne produca i frutti».

Parola del Signore.

 

La parabola dei vignaioli omicidi è di un realismo tale che potremmo considerarla come una teologia della storia.

L’omicidio è l’apogeo di una infedeltà continua, che nasconde naturalmente ingratitudine. È la storia dell’umanità e quella di ogni uomo, con i nostri limiti, le nostre ingiustizie, la nostra avarizia, le nostre ambizioni. Noi reagiamo spesso così davanti al bene che riceviamo dai nostri simili. Noi agiamo spesso così davanti alla bontà di Dio.

Siamo dei cattivi amministratori, che cominciano commettendo il grave errore di credersi padroni del regno e il minimo potere ci disturba, anche quello di Dio, assoluto ma non dominatore. Noi non ci troviamo al posto che dovremmo occupare, e ci piacerebbe vietare l’ingresso nel regno a coloro che vogliono entrarci. L’atteggiamento di Dio differisce completamente dal nostro. Ci ama allo stesso modo; ma non tollera che i suoi figli non mangino il pane che egli offre loro e che per di più si ostinino ad impedire agli altri di mangiarlo. Noi ci sbagliamo in tutto. E proprio quando ci sentiremo più sicuri, verremo privati dei nostri doni, perché non possediamo, anche se lo crediamo, alcuna esclusività.

È necessario che scopriamo Cristo come pietra angolare dell’edificio in pietre vive che è la Chiesa, alla quale siamo stati introdotti con il battesimo. Cerchiamo con coraggio di produrre frutti per raggiungere il regno dei cieli.

 

DIO VI BENEDICA!

 

SABATO 10 OTTOBRE SANTA CRESIMA

ore 18:30

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE       N°29(2020)

27 settembre - 04 ottobre 2020 

XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Ez 18,25-28 Sal 24 Ricòrdati, Signore, della tua misericordia. Fil 2,1-11; Mt 21,28-32

SABATO 26 settembre

S. Cosma e Damiano

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- JACQUEMOD EMMA, BERGER EMILIO e TARDY’ GIUSTINA

DOMENICA

27 settembre 2020

S. Vincenzo de’Paoli

h. 08:30

 

h. 10:30

Eucaristia ( in Chiesa)

- per i volontari della Chiesa

Eucaristia ( in Chiesa)

LUNEDÌ 28 settembre

S. Venceslao

 

 

MARTEDÌ 29 settembre

Ss. Arcangeli MICHELE, GABRIELE e RAFFAELE

h. 18:30

 

h. 20:30

Eucaristia ( in Chiesa)

- BOSCARDIN LUCIA e figli

CONSIGLIO PASTORALE

MERCOLEDÌ 30 settembre

S. Girolamo

h. 08:30

Eucaristia ( in Chiesa)

GIOVEDÌ 01 ottobre

S. Teresa di Lisieux

h.18:30

Eucaristia ( in Chiesa)

VENERDÌ 02 ottobre

S. Angeli Custode

h. 08:30

 

h. 09-10:00

Eucaristia ( in Chiesa)

- coniugi defunti

Adorazione Eucaristica

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 5,1-7; Sal 279 La vigna del Signore è la casa d’Israele. Fil 4,6-9; Mt 21,33-43.

SABATO 03 ottobre

S. Edmondo

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- JACQUEMOD GIUSTINO, MALVINA e GIUSTINIANO

 

DOMENICA

04 ottobre 2020

S. Francesco d’Assisi

 

h. 08:30

 

 

 

 

h. 12:00

 

Eucaristia ( in Chiesa)

-      per i benefattori della parrocchia

-      SANDRO e MARISA MARZANI

- COLLOMB ROSILDA

 

Battesimo di MAELYS JORDANEY(in Chiesa)

 

AVVISI

  1. Responsabile dei fiori - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096
  2. Pulizia della Chiesa 27 settembre - 04 ottobre 2020 MOULIN - THOVEX - BUIC

Dal Vangelo secondo Matteo 21,28-33

 

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo».

E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

Parola del Signore.

 

C’è una frase conclusiva, comune alle due parabole della XXVI e XXVII domenica, che svela il segreto intendimento del discorso complessivo di Gesù: “Perciò vi dico: vi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che lo farà

fruttificare” (Mt 21,41). La domanda posta da Gesù è la seguente: “Chi è allora il vero destinatario della promessa, il vero credente?”. Anche la parabola dei due figli deve essere letta in questa prospettiva. Molte volte, infatti, può verificarsi una forma di sintonia solo apparente, perché ultimamente interessata, tra la nostra volontà e quella del Padre. Siamo capaci di dirgli dei “sì” speciosi e superficiali, non maturati al sole di quella vera obbedienza interiore, che può solamente essere il frutto di una profonda conversione a Dio. Una forma di obbedienza disobbediente perché non tocca le radici del nostro cuore e non cambia la nostra esistenza. In questa ipotesi è vero che, pur immersi in una vita ancora disordinata, coloro che hanno deciso di seguire Cristo, senza reticenze e senza cercare in ultima analisi il loro interesse, si riscatteranno e avranno la precedenza nel regno dei cieli. La parabola ci fa capire quanto sia anche per noi reale il pericolo di partecipare, con apparente docilità, durante tutta la nostra vita, alle celebrazioni liturgiche e alle attività della Chiesa, senza mai diventare veri cristiani.

 

DIO VI BENEDICA!

 

AVVISSO IMPORTANTE!

 

Dal giorno 04 di ottobre 2020, ho ricevuto in carico anche la cura pastorale della comunità di Derby come amministratore parrocchiale per un anno. Questa situazione dovuta alla mancanza di preti comporta dei cambiamenti che richiedono da parte nostra un motivo di riflessione ma anche la capacità di allargare gli orizzonti in quello che riguarda la partecipazione alle Sante Messe domenicali.

Per questo, la Santa Messa delle 10:30 di La Thuile, fino a nuove possibilità è stato sopresa. Grazie per la comprensione!