La Thuile Invernale

DIOCESI DI AOSTA – PARROCCHIA SAN NICOLA – LA THUILE

FOGLIO SETTIMANALE       N°29(2020)

27 settembre - 04 ottobre 2020 

XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Ez 18,25-28 Sal 24 Ricòrdati, Signore, della tua misericordia. Fil 2,1-11; Mt 21,28-32

SABATO 26 settembre

S. Cosma e Damiano

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- JACQUEMOD EMMA, BERGER EMILIO e TARDY’ GIUSTINA

DOMENICA

27 settembre 2020

S. Vincenzo de’Paoli

h. 08:30

 

h. 10:30

Eucaristia ( in Chiesa)

- per i volontari della Chiesa

Eucaristia ( in Chiesa)

LUNEDÌ 28 settembre

S. Venceslao

 

 

MARTEDÌ 29 settembre

Ss. Arcangeli MICHELE, GABRIELE e RAFFAELE

h. 18:30

 

h. 20:30

Eucaristia ( in Chiesa)

- BOSCARDIN LUCIA e figli

CONSIGLIO PASTORALE

MERCOLEDÌ 30 settembre

S. Girolamo

h. 08:30

Eucaristia ( in Chiesa)

GIOVEDÌ 01 ottobre

S. Teresa di Lisieux

h.18:30

Eucaristia ( in Chiesa)

VENERDÌ 02 ottobre

S. Angeli Custode

h. 08:30

 

h. 09-10:00

Eucaristia ( in Chiesa)

- coniugi defunti

Adorazione Eucaristica

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Is 5,1-7; Sal 279 La vigna del Signore è la casa d’Israele. Fil 4,6-9; Mt 21,33-43.

SABATO 03 ottobre

S. Edmondo

h. 18:30 Eucaristia (in Chiesa)

- JACQUEMOD GIUSTINO, MALVINA e GIUSTINIANO

 

DOMENICA

04 ottobre 2020

S. Francesco d’Assisi

 

h. 08:30

 

 

 

 

h. 12:00

 

Eucaristia ( in Chiesa)

-      per i benefattori della parrocchia

-      SANDRO e MARISA MARZANI

- COLLOMB ROSILDA

 

Battesimo di MAELYS JORDANEY(in Chiesa)

 

AVVISI

  1. Responsabile dei fiori - GABRIELLA e MARIE LOUISE tel. 347 096
  2. Pulizia della Chiesa 27 settembre - 04 ottobre 2020 MOULIN - THOVEX - BUIC

Dal Vangelo secondo Matteo 21,28-33

 

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo».

E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

Parola del Signore.

 

C’è una frase conclusiva, comune alle due parabole della XXVI e XXVII domenica, che svela il segreto intendimento del discorso complessivo di Gesù: “Perciò vi dico: vi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che lo farà

fruttificare” (Mt 21,41). La domanda posta da Gesù è la seguente: “Chi è allora il vero destinatario della promessa, il vero credente?”. Anche la parabola dei due figli deve essere letta in questa prospettiva. Molte volte, infatti, può verificarsi una forma di sintonia solo apparente, perché ultimamente interessata, tra la nostra volontà e quella del Padre. Siamo capaci di dirgli dei “sì” speciosi e superficiali, non maturati al sole di quella vera obbedienza interiore, che può solamente essere il frutto di una profonda conversione a Dio. Una forma di obbedienza disobbediente perché non tocca le radici del nostro cuore e non cambia la nostra esistenza. In questa ipotesi è vero che, pur immersi in una vita ancora disordinata, coloro che hanno deciso di seguire Cristo, senza reticenze e senza cercare in ultima analisi il loro interesse, si riscatteranno e avranno la precedenza nel regno dei cieli. La parabola ci fa capire quanto sia anche per noi reale il pericolo di partecipare, con apparente docilità, durante tutta la nostra vita, alle celebrazioni liturgiche e alle attività della Chiesa, senza mai diventare veri cristiani.

 

DIO VI BENEDICA!

 

AVVISSO IMPORTANTE!

 

Dal giorno 04 di ottobre 2020, ho ricevuto in carico anche la cura pastorale della comunità di Derby come amministratore parrocchiale per un anno. Questa situazione dovuta alla mancanza di preti comporta dei cambiamenti che richiedono da parte nostra un motivo di riflessione ma anche la capacità di allargare gli orizzonti in quello che riguarda la partecipazione alle Sante Messe domenicali.

Per questo, la Santa Messa delle 10:30 di La Thuile, fino a nuove possibilità è stato sopresa. Grazie per la comprensione!